«Non siamo celibe “lesbiche” bensi di nuovo mogli ed madri»